Il progetto industriale dei muri con Recoboard

Con il progetto “FocusOn” un architetto italiano porta il concetto di sostenibilità ad un livello nuovo.

L'architetto veneziano Alessandro Sammartini ha presentato una padiglione riutilizzabile, realizzato in materiali riciclati, perfetto per gli utilizzi temporanei.
Il padiglione “FocusOn”, struttura di rapida installazione, mostra per la prima volta tra i più innovativi materiali provenienti dalla ricerca sulla sostenibilità.

Tai Studio – Architettura

Di sede a Venezia, lo studio è attivo dal 2006. L'architetto Alessandro Sammartini, assistente e docente al Master “Touch Fair Architecture” allo IUAV di Venezia, è impegnato nella sperimentazione di nuove spazialità e nuovi livelli di confort abitativo, otteniuti anche dallo sviluppo di tecnologie costruttive innovative, provenienti da filiera controllata.

Nel restauro veneziano ad esempio, anche attraverso l'uso di nano-tecnologie innovative, da diversi anni è impegnato con successo nel recupero di palazzi storici i cui ambienti risultavano gravemente deteriorati ed insalubri a causa dell'umidità e degli agenti biologici e salini.

“FocusOn” al Fuorisalone

All'inizio di Aprile 2017 innumerevoli realtà legate per diversi aspetti all'eccellenza nel design hanno partecipato anche quest'anno al Fuorisalone di Milano, portando il loro apporto nell'ambito dell'Architettura, del life-style e della tecnologia. Tai Studio – Architettura ha presentato un  padiglione temporaneo riutilizzabile, realizzato in pochissimo tempo e di rapido montaggio: 15 minuti per la struttura di 16 mq. Progettato in sezione aurea , “FocusOn” usa combinazioni di materiali riciclati e riciclabili, legno e vernici innovative ecosostenibili di Oikos Group.

Per la prima volta il progetto mostra le partizioni extra-sottili in sperimentazione da Tai Studio, realizzate abbinando il pannello Recoboard IPN con un legante micro-poroso nano-strutturato: i setti di 6cm di spessore sono termo-isolanti, ignifughi, micro-traspiranti e resistenti all'umidità. Un grande traguardo che promette diverse soluzioni nel nuovo e nel restauro, anche storico. Recoboard è stato presentato verniciato al grezzo con le speciali vernici naturali o intonacato: i materiali hanno saputo così colpire i visitatori per la loro estetica derivata dal mostrare direttamente sé stessi, con la minima finitura.

Legante nano-strutturato abbinato ad IPN Diab

Diversi materiali eco-friendly e riciclabili sono stati usati per  “FocusOn”, di diverse aziende.

Le pareti realizzate grazie ai materiali Diab, abbinati ai leganti dell'italiana Delta Phoenix, sono state concepite e testate grazie ai requisiti ecosostenibili e di trasparenza della filiera produttiva che le due aziende hanno saputo garantire con certezza fin dall'inizio. “Abbiamo scelto Recoboard – racconta l'architetto Sammartini - per la straordinaria qualità di resistenza a diversi fattori che questo materiale, sottratto alla discarica, sa offrire una volta ricomposto. Straordinario che, proprio perchè ricompattato, sappia offrire qualità fondamentali in più come la micro-porosità, qualità imprescindibile nella costruzione biologica. Anche per questo i suoi utilizzi saranno molteplici e da questi potrà essere nuovamente riciclato a fine ciclo. Fondamentale per il compimento della ricerca e la realizzazione del progetto sono stati l'apporto di know-how e collaborazione all'ingegnerizzazione offerto con puntualità da Diab, senza il quale sarebbe stato impossibile controllare il progetto.”

Contatta Diab in :
Contact